Bambini modelli, kids-model e agenzie…consigli utili!

Bambini modelli, kids-model e agenzie…consigli utili!

on Gen 26, 17 • by Mammatosta • with No Comments

BABY MODELLI, consigli e suggerimenti per intraprendere questo percorso, dalla mia esperienza personale!  – Dal punto di vista del bambino di qualsiasi età : bisogna capire davvero se il bambino/a è adatto ad affrontare questo percorso, non può essere solo un nostro desiderio da soddisfare o perché il...
Pin It

Home » Articles, Kids, Kids-model » Bambini modelli, kids-model e agenzie…consigli utili!

BABY MODELLI, consigli e suggerimenti per intraprendere questo percorso, dalla mia esperienza personale!

 – Dal punto di vista del bambino di qualsiasi età : bisogna capire davvero se il bambino/a è adatto ad affrontare questo percorso, non può essere solo un nostro desiderio da soddisfare o perché il vicino di casa ha detto che avete un figlio bellissimo e potrebbe fare le pubblicità…perché non è sempre facile. I bambini andrebbero rispettati sempre perché per loro deve essere un gioco un momento di divertimento… non dobbiamo forzarli… un bambino “forzato” non sarà mai un bambino sereno e spontaneo davanti alla macchina fotografica o in attesa di fare uno shooting… questo comporta lo stress del bambino, del genitore e di tutto lo staff che lavora per realizzare il servizio fotografico… Sconsiglio questo percorso anche ai bambini troppo timidi e introversi.

– Dal punto di vista del genitore: sicuramente si è orgogliosi di vedere l’immagine dei propri bambini su cartelloni in vetrina, sui cataloghi, sul web, in tv ecc… ma anche qua non è un percorso facile, bisogna avere estrema pazienza all’inizio per farsi conoscere, bisogna partecipare ai casting (spesso anche dell’ultimo minuto), spostarsi in orari scomodi e in centro città spesso a Milano, dove rimane la capitale della moda anche per le collezioni junior. E non rimanere troppo delusi se non si viene scelti nonostante magari il bambino ha tutte le caratteristiche richieste… e soprattutto NON è l’agenzia o la produzione a decidere, spesso è il fotografo con la stylist (il cliente si fa consigliare) ma l’agenzia non ha nessun potere in merito alla scelta. Lo dico perché ho letto assurdità sui vari gruppi di facebook , tipo che esistono accordi sotto banco o che vengono scelti e fatti andare avanti sempre gli stessi bambini.

– Dal punto di vista dell’agenzia: qualunque essa sia, direi che sono tutte valide, ha il compito di sviluppare l’immagine e la professionalità dei suoi rappresentati, cosi come tutelarli legalmente. Il casting/provino è il momento in cui l’agenzia fissa un incontro allo scopo di promuovere i propri candidati al mondo dello spettacolo. I casting servono proprio per far conoscere a casting director, fotografi, stilisti e registi la fisicità, il talento e l’attitudine del bambino, in modo da poterlo selezionare per i ruoli più adatti.

-Dal punto di vista del cliente: generalmente i set sono allestiti di tutti i confort dal  mangiare al bere e a volte anche dell’animazione per far divertire i bambini. In alcuni casi soprattutto con i bambini più piccoli, possono esserci giorni in cui si trovano a loro agio di altri, come è giusto che sia capita che il bambino non abbia intenzione di farsi fotografare. In questo caso non bisogna rimanerci male se per realizzare comunque il lavoro la produzione è costretta a non proseguire con il bambino ma sceglierne un altro.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top